Always in beta , sempre alla ricerca …questi 2 giorni di corso Fidal come primo step per diventare allenatore hanno aperto nuovi aspetti e dato conferme su quello che è la corsa. Tralasciando parti tecniche che magari in altre occasioni verranno trattate , se siete sul mio sito e state leggendo è perchè siete anche alla ricerca di una calzatura forse. Allora: una delle conferme che ho avuto è di quanto sia, non solo importante conoscere i materiali e tipo di calzatura, ma anche capire il modo di correre di una persona per consigliare la scarpa giusta. Gli studi che sto seguendo , essere diventato istruttore AICN , la formazione continua , tutti elementi che portano ad una analisi approfondita sul come si corre. Parliamoci chiaro , le scarpe da running le vende chiunque, basta aprire un PC e siamo in negozio, la differenza viene fatta dal servizio che riceviamo all’interno del negozio. Quando si hanno problemi fisici legati alla corsa , dobbiamo valutare la calzatura che stiamo utilizzando se adatta a noi veramente, nel caso sostituirla , ma un parametro è fondamentale : NON ESISTE scarpa che risolve problemi quando il nostro problema è il nostro modo di correre. I Santoni che per vendere qualcosa vi garantiscono che quella è la scarpa migliore non vi stanno analizzando. Magari la scarpa è ottima, ma non per voi. Quindi se non vogliamo modificare il nostro schema motorio nella corsa, occorre fare una analisi ancora più dettagliata sulla scelta della scarpa.

Ora vado a fare la mia corsa quotidiana, buone corse a tutti.